Connessioni bullonate per pilastri per applicazioni sismiche

Dai un'occhiata al progetto in cui sono state utilizzate le connessioni sismiche dei pilastri!

Connessione sismica dei pilastri in Italia

Il primo progetto HPKM®/HPM-EQ è stato realizzato in Italia. La connessione è stata introdotta dall'ingegnere capo del progetto, che ha trovato la moderna soluzione molto interessante mentre seguiva dei test presso l'Università di Milano. Secondo il progettista, anche se le barre inghisate in fondazione sono state utilizzate per 30 anni, era arrivato il momento di provare qualcosa di nuovo. "Anche 30 anni fa c'erano le automobili, ma le nuove sono completamente diverse e soddisfano i requisiti normativi attuali". Poiché la connessione dissipativa HPKM®/HPM-EQ non ha bisogno di una sezione trasversale più grande, è stata progettata solo la connessione. I benefici di fondazioni più basse non sono stati utilizzati in questo progetto in quanto erano già state approvate fondazioni profonde progettate per barre inghisate.

L'impresa di costruzioni e il prefabbricatore hanno esitato a utilizzare una nuova connessione nel progetto. Tuttavia, durante i lavori, si sono resi conto che l'installazione e la posa dei componenti erano ancora più facili che con il sistema tradizionale. Inoltre, l'informazione che la connessione è stata testata e verificata all'Università di Milano li ha ulteriormente convinti della validità della scelta del progettista. Sono stati consegnati 200 pezzi di HPKM® 39/HPM-EQ 39 per il progetto.

Se fosse stato possibile progettare la connessione dall'inizio del progetto, ci sarebbe stata la possibilità di ridurre la sezione trasversale del pilastro per ottenere risparmi del 20% in termini di materiali. Invece, sono stati utilizzati soltanto i risparmi in termini di velocità di posa e sicurezza.

Le connessioni antisismiche dei pilastri HPKM®/ HPM-EQ consentono di ottenere sezioni trasversali più piccole rispetto alle connessioni sovradimensionate. La figura mostra esempi di progettazione - il pilastro 90 x 90 cm era troppo piccolo per la connessione sovradimensionata, ma la connessione dissipativa era delle dimensioni adatte. In un altro esempio, era possibile ridurre le dimensioni di 10 cm per lato.

Elena Camnasio

R&D Engineer

Mob. +39 389 1935138
elena.camnasio@peikko.com